Quanto vale il logo Rolex?

Paul Newman Paul Newman Ditonnas, una presenza mitica nel mondo degli orologi.

Lo speciale e raro Diagonal vecchio stile con un quadrante speciale, che prende il nome dal veterano attore Paul Newman che lo indossava, e il 6239 che lui stesso indossava, è stato venduto per una somma astronomica in un’asta del 2017 da Foyez.

Oggi, Paul Newman è diventato sinonimo di questo particolare tipo di Daytona quadrante, ed è ricercato da giocatori e speculatori di grande potere d’acquisto.

Tuttavia, c’è un altro orologio di celebrità Rolex meno conosciuto, il Jean-Claude Killy.

Chi è Jean-Claude Killy?

Per chi ama lo sci, lo sciatore alpino francese Jean-Claude Killy non è probabilmente estraneo a questo sport, essendo stato un sorprendente vincitore di vari eventi negli anni ’60.

Ha vinto la Coppa Europa nel 1965, la Coppa del Mondo nel 1967 e tre medaglie d’oro nello sci alpino alle Olimpiadi invernali del 1968 (il secondo atleta a farlo nella storia delle Olimpiadi).

Non solo, ma ha continuato a diventare un ambasciatore del marchio Rolex e membro del consiglio di amministrazione.

Tra i Rolex d’epoca, c’è anche un orologio intitolato a Jean-Claude Killy.

Tra il 1947 e il 1962, Rolex pubblicò una nuova serie di orologi: il cronografo Dato-Compax con calendario completo.

I modelli 4767, 5036, 6036 e 6236 sono rari perché furono emessi in numero limitato.

Questo è uno degli orologi più complessi mai prodotti da Rolex.

Ora è conosciuto come il Jean-Claude Killy, poiché Killy indossava spesso un 6236.

Uno dei modelli 6236 in acciaio, dotato di un cinturino con borchie Oyster, è stato venduto per 4.410.000 HK$ ad un’asta Foyez nel novembre dello scorso anno.

Pezzi simili

Tuttavia, guardando indietro, ci sono innumerevoli modelli simili di diverse marche che utilizzano lo stesso calibro (Valjoux 72) come l’orologio Killy nello stesso periodo (1950-60).

Per coincidenza, ho trovato un cronografo Seminan Le Cheminant con calendario completo delle fasi lunari.

Il marchio è così piccolo che è inaudito. Dopo tutto, una volta era dedicato ai cronometri e agli orologi da ponte della Royal Navy.

Anche se il suo calibro Valjoux 88 aggiunge al Type 72 una funzione di fase lunare, è lo stesso calibro del Jean-Claude Killy in termini di forma, faccia e movimento.

*Il movimento Valjoux è famoso nel mondo del cronometraggio ed è stato utilizzato da pp per 40 anni e da Rolex per 20 anni; il movimento Valjoux 72 è stato utilizzato anche dai primi Daytona ed è stato salutato come il movimento perfetto nella storia del cronometraggio.

Nel corso della mia ricerca, sono stato sorpreso di scoprire che questo Cheminan era elencato nel libro, che per caso era quello che ho trovato (con lo stesso numero).

È stato realizzato intorno agli anni ’50 e ’60 nello stesso modello di cassa di Jean-Claude Killy utilizzato nel Rolex Dato-Compax nello stesso periodo, ed è un Oyster a tutti gli effetti. Il diametro di 37 mm è uno dei pochi oversize dell’epoca.

Il quadrante, con i suoi indici a goccia e le lancette a mou, ha una disposizione funzionale ordinata e sobria, come un vecchio signore raffinato. La faccia delle fasi lunari a ore sei, tuttavia, è così innocente che dà al quadrante un po’ più di energia.

Aprendo il fondello impermeabile a vite e ammirando la struttura e il meccanismo del Valjoux 88, non si può fare a meno di sentire che la fabbricazione Valjoux non c’è più.

Il movimento è anche protetto contro il magnetismo da un tappo di ferro dolce e contro gli urti da una massa oscillante Incabloc.

Non capita spesso che un cronografo in acciaio con una grande complicazione calibro nato in quell’epoca sia in buone condizioni fino ad oggi.

Naturalmente, a parte il suo riconosciuto buono stato, ciò che mi colpisce di questo Le Cheminant sono gli indici a goccia.

Dopo anni di ossidazione e guasti luminosi, mi ricordano il vecchio orologio di prugna di mia nonna, come la coda aperta di un pavone.

Il Rolex Jean-Claude Killy, d’altra parte, è più costoso dei suoi contemporanei, che possono costare un milione o più.

Mentre l’influenza del marchio è enorme, si noti che Rolex ha costruito sul movimento V72, ma ha migliorato componenti come ammortizzatori, molle di bilanciamento e corone resistenti all’acqua – in breve, ha costruito la sua reputazione sull’ottimizzazione tecnica, che è anche al suo credito.

In questo modo, l’interazione tra la tecnologia di base e l’eredità del marchio ha creato un’enorme leva fino ad oggi.

Ma per la persona media, un orologio Rolex Killy non è davvero conveniente. La buona notizia è che, allo stesso tempo, i cronografi Valjoux di altre marche erano ancora accessibili e non svuotavano il portafoglio.

Prendete questo esempio del Seminan Le Cheminant, che, anche in condizioni quasi di stock, è quasi troppo costoso per mostrare di fronte al suddetto Rolex.

È un caso di marche diverse, fortuna di orologi diversi!

Oltre a Valjoux, ci sono anche movimenti cronografici vintage come Minerva, Venus, Lemania e l’ex re Longines.

Anche se sono tutti tranquillamente aumentati di prezzo, sono ancora da esplorare per i nuovi appassionati di orologi.

Anche se cinque fiammiferi valgono un sacco di soldi, il mondo dell’orologeria dovrebbe essere più interessante di così.